Crea sito

Il Beato Carlo acutis modello per i giovani della nostra diocesi

Ad Assisi, il 10 ottobre scorso, Carlo Acutis, studente milanese morto all’età di 15 anni, stroncato dalla leucemia, è stato proclamato beato.
La mamma, Antonia Salzano racconta: “Mi disse: ti darò molti segni e sarai di nuovo mamma”.

Carlo raccontava di sentire la presenza di Gesù “come un amico e una persona viva”.

La sera partiva da casa con recipienti pieni di cibo e bevande calde. Li portava ai clochard sotto l’Arco della pace a Milano. Tutti i giorni partecipava alla S. Messa e recitava il S. Rosario e passava molto tempo in adorazione.

Il vescovo Cristiano, afferma: “abbiamo scelto il beato Carlo Acutis come modello da proporre per i nostri ragazzi, uno come loro, con la capacità di aver scoperto il segreto della vita, della gioia vera: Gesù”.

Per questo motivo il prossimo 8 dicembre, durante la Cresima dei nostri ragazzi, nella Cattedrale di Saluzzo, sarà inaugurato un bellissimo quadro del Beato Carlo Acutis a firma del maestro Franco Gilletta , che rimarrà esposto in Duomo, un segno per invitare i nostri giovani a scoprire la sua vita e cercare di seguire le sue orme e il suo esempio.